• Apparato locomotore
    Anatomia,  Apparato locomotore

    Fascia trasversale dell’addome

    La fascia trasversale dell’addome si trova profondamente al muscolo trasverso e ha forma quadrangolare, con un margine superiore, un margine inferiore, un margine posteriore, un margine anteriore, una superficie interna ed una superficie esterna. È sottile al di sopra dell’ombelico e si ispessisce via via che discende. Il margine superiore continua nella fascia che riveste inferiormente il diaframma. Il margine inferiore si fissa al tubercolo pubico, alla cresta pettinea, al margine posteriore del legamento inguinale, alla fascia iliaca, alla spina iliaca anteriore superiore e al labbro interno della cresta iliaca. Il tratto di fascia trasversale che si attacca alla cresta pettinea chiude dorsalmente quella parte della lacuna dei vasi che…

    Commenti disabilitati su Fascia trasversale dell’addome
  • Apparato locomotore
    Anatomia,  Apparato locomotore

    Muscolo flessore breve dell’alluce

    Il muscolo flessore breve dell'alluce è un muscolo plantare mediale del piede. È innervato dai nervi plantare mediale (fascio mediale) e planta­re laterale (fascio laterale) (L5-S2); contraendo­si, flette l'alluce. Origi­na dalla faccia plantare delle tre ossa cuneiformi non­ché dal legamento calcaneocuboideo plantare.Il muscolo si porta in avanti e si di­vide in due fasci di cui uno mediale va a unirsi al tendine del muscolo abduttore e uno laterale raggiunge il capo obliquo dell'adduttore.

    Commenti disabilitati su Muscolo flessore breve dell’alluce
  • Apparato locomotore
    Anatomia,  Apparato locomotore

    Articolazioni metatarso-falangee

    Le articolazioni metatarso-falangee sono articolazioni condiloidee, analoghe alle metacarpo-falangee della mano. Ciascuna articolazione è circondata da una capsula articola­re, rinforzata da un legamento plantare e da le­gamenti collaterali. Articolo creato il 18 aprile 2010. Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

    Commenti disabilitati su Articolazioni metatarso-falangee
  • Apparato locomotore
    Anatomia,  Apparato locomotore

    Muscoli del torace

    I muscoli del torace si distinguono in muscoli intrinseci e muscoli estrinseci a seconda della sede in cui sono situati i loro punti di origine e di inserzione. I muscoli intrinseci del torace sono completamente localizzati nel torace e sono rappresentati da: – Muscoli elevatori delle coste. – Muscoli intercostali. – Muscoli sottocostali. – Muscolo trasverso del torace. I muscoli estrinseci del torace si estendono a parti diverse del corpo e sono rappresentati da: – Muscoli toracoappendicolari. – Muscoli spinoappendicolari. – Muscoli spinocostali. – Muscolo diaframma. Articolo creato il 25 febbraio 2010. Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

    Commenti disabilitati su Muscoli del torace
  • Apparato locomotore
    Anatomia,  Apparato locomotore

    Muscolo estensore breve delle dita del piede (o pedidio)

    Il muscolo estensore breve delle dita del piede (o pedidio) è l’unico muscolo dorsale del piede. È innervato dal nervo peroniero profondo (L4-S1) e, contraendosi, estende le prime quattro dita. È un muscolo piatto che origina dalla faccia superiore e laterale del calcagno, si porta in avanti e medialmente per suddividersi in quattro capi muscolari ciascuno dei quali termi­na con un tendine proprio. Quello del 1° dito s’inserisce alla base della falange prossimale dell'alluce; gli altri tre si fondono con i tendini del­ muscolo estensore lungo delle dita destinati al 2°, 3° e 4° dito.

    Commenti disabilitati su Muscolo estensore breve delle dita del piede (o pedidio)
  • Apparato locomotore
    Anatomia,  Apparato locomotore

    Muscolo estensore breve del pollice

    Il muscolo estensore breve del pollice è un muscolo posteriore profondo dell’avambraccio. È innervato dal nervo radiale (C6-C7). Agisce estendendo la prima falange e abducen­do il pollice. Si trova medialmente all’abduttore lungo e origina dalla faccia posteriore del radio e dalla membrana interossea. Il ventre si porta in basso e in fuori circondando il radio; il tendine terminale, decorrendo insieme a quel­lo dell’abduttore lungo nel 1° condotto del lega­mento dorsale del carpo, va a fissarsi alla faccia dorsale della base della falange prossimale del pollice. Articolo creato il 16 marzo 2010. Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo. Fatal error: Cannot redeclare class DrupalQueue in /membri/medicinapertutti/modules/system/system.queue.inc on line 60

    Commenti disabilitati su Muscolo estensore breve del pollice
  • Apparato locomotore
    Anatomia,  Apparato locomotore

    Vertebre cervicali

    Le vertebre cervicali sono 7 e hanno caratteristiche comuni che consentono di distinguerle da altre vertebre dalla colonna vertebrale. Di queste, la 1a vertebra cervicale (o atlante), la 2a (o epistrofeo o asse) e la 7a (vertebra prominente) hanno peculiarità proprie. In generale, le 7 vertebre cervicali aumentano gradualmente di volume in direzione cranio-caudale. Il corpo ha forma quadrangolare, col maggior asse orientato trasversalmente. La faccia superiore del corpo è delimitata, su ciascun lato, da una cresta sagittale che prende il nome di uncino, mentre la faccia inferiore presenta due depressioni dove sono accolti gli uncini della vertebra sottostante. I peduncoli sono diretti obliquamente in dietro e in fuori, dal…

    Commenti disabilitati su Vertebre cervicali
  • Apparato locomotore
    Anatomia,  Apparato locomotore

    Vertebre

    Le vertebre presentano la conformazione interna caratteristica delle ossa brevi: sono formate, per la maggior parte, di sostanza ossea spugnosa rivestita in superficie da una lamina di sostanza compatta. Tali lamine superficiali di sostanza compatta sono più sottili nel corpo rispetto alle varie parti dell’arco. Nelle cellette della sostanza spugnosa del corpo è contenuto midollo osseo. Le facce superiori dei corpi e le superfici articolari sono rivestite da cartilagine ialina.

  • Apparato locomotore
    Anatomia,  Apparato locomotore

    Muscolo dentato posteriore inferiore

    Insieme al muscolo dentato posteriore superiore costituisce i muscoli spinocostali. Il muscolo dentato posteriore inferiore è innervato da un ramo del nervo toracodorsale (C6-C8) e da rami intercostali (T9-T11). Contraendosi, abbassa le coste; è pertanto, un muscolo espiratorio. Ha origine dal foglietto posteriore della fascia lombodorsale, a livello dei processi spinosi delle ultime due vertebre toraciche e delle prime tre lombari; il muscolo si suddivide in quattro digitazioni carnose che si portano in alto e si inseriscono al margine inferiore e alla faccia esterna delle ultime quattro coste.

    Commenti disabilitati su Muscolo dentato posteriore inferiore