Sistema nervoso periferico
Anatomia,  Sistema nervoso,  SNP

Sistema nervoso parasimpatico

È costituito da centri nervosi nevrassiali, da gangli parasimpatici e da nervi parasimpatici viscerali annessi al nervo oculomotore comune, al nervo faciale, al nervo intermedio, al nervo glossofaringeo, al nervo vago e ai nervi sacrali.

I centri nervosi nevrassiali sono rappresentati da nuclei parasimpatici visceroeffettori e viscerosensitivi presenti nel tronco encefalico e nel segmento sacrale del midollo sacrale.

  • I centri effettori viscerali danno origine a fibre effettrici viscerali che emergono dal nevrasse e recano stimoli motori alla muscolatura liscia o stimoli secretori alle ghiandole.

I centri effettori viscerali non sono autonomi, in quanto sono dipendenti per la loro funzione da afferenze che vi giungono da livelli superiori, dal diencefalo e, indirettamente, dalla corteccia telencefalica (ma in ogni caso non sono sotto il controllo della volontà).

I centri effettori viscerali sono anche stazioni intercalate su archi riflessi viscerali in quanto a essi mettono capo terminazioni sensitive viscerali e somatiche.

  • I centri sensitivi viscerali sono stazioni di arrivo di impulsi sensitivi viscerali. A essi mettono capo i prolungamenti centrali di neuroni a T situati nei gangli encefalospinali, neuroni i cui prolungamenti periferici raggiungono i visceri e il sistema cardiocircolatorio.

I centri sensitivi viscerali, come quelli somatici, sono connessi con centri superiori, diencefalici e corticali.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook