Vasi e nervi della lingua

All’irrorazione della lingua provvede in gran parte l’arteria linguale; alla base del­la lingua pervengono anche rami della palatina ascendente (della faciale) e della faringea ascen­dente (della carotide esterna). Le arterie forni­scono abbondantemente i muscoli, le ghiandole, il tessuto linfoide dell’organo, e formano quin­di, nella lamina propria della mucosa, una rete dalla quale partono ramuscoli che irrorano le papille.

Le vene principali della lingua sono la sotto­linguale, le linguali profonde, la dorsale, la ve­na del nervo ipoglosso; tutte confluiscono nella vena linguale che, dopo breve tragitto, sbocca nella giugulare interna.

I linfatici hanno origine da una rete accolta nella mucosa; i collettori che drenano questa re­te vanno in profondità, tra i muscoli. I linfatici dei due terzi anteriori dell’organo fanno capo a un gruppo centrale e a due gruppi marginali di collettori, mentre il terzo posteriore (base) è drenato da un gruppo di collettori dorsali. I lin­fatici provenienti dal corpo (apice compreso) raggiungono i linfonodi sottomentali e sotto­mandibolari; quelli della base e della radice si portano ai linfonodi cervicali profondi, satelliti della vena giugulare interna (linfonodi giugulo-digastrici e linfonodi giugulo-omoioidei).

Il corredo nervoso motore per tutti i muscoli intrinseci ed estrinseci della lingua, con l’ecce­zione del glossopalatino, è dato dal nervo ipo­glosso. Il muscolo glossopalatino (già conside­rato tra i muscoli del palato) è fornito dal nervo accessorio tramite il plesso faringeo.
L’innervazione sensitiva della lingua riguarda la sensibilità generale (tattile, termica, dolorifi­ca) e quella gustativa specifica.
Per la sensibilità generale dei due terzi ante­riori della lingua (corpo) provvede il ramo lin­guale del nervo mandibolare (del trigemino). Questo stesso nervo fornisce l’innervazione sen­sitiva (propriocettiva) dei muscoli linguali. I ca­lici gustativi presenti nel corpo linguale sono in­nervati dalla corda del timpano (ramo del nervo faciale). La base della lingua (faccia dorsale) è fornita dal nervo glossofaringeo che porta fibre tanto della sensibilità generale che della sensibi­lità gustativa. Alla sensibilità generale e gustati­va nel territorio delle pieghe e delle vallecole glossoepiglottiche provvede il nervo laringeo su­periore (ramo del vago).
Il simpatico innerva vasi e ghiandole linguali.

Vascolarizzazione della lingua

Articolo creato il 14 agosto  2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/vasi-e-nervi-della-lingua/
Twitter
Precedente Plesso venoso pudendo Successivo Ossificazione membranosa (o intramembranosa o mesenchimale)