Canali del potassio

I canali del potassio sono presenti in tutte le cellule. Questi canali hanno la funzione fondamentale di stabilizzare il potenziale di riposo di una membrana; intervengono nella fase di ripolarizzazione dopo un potenziale d’azione e sono importanti perché condizionano l’intervallo tra un potenziale endogeno e un altro in caso di scariche ripetitive poiché la loro attività in ultima analisi dipende dall’intervallo tra un potenziale e l’altro di quelle strutture che scaricano in maniera continuativa; hanno poi la funzione di trasporto dei soluti negli epiteli e rimuovono gli eccessi di potassio dagli spazi intercellulari che è una condizione tipica delle cellule gliali.
La cinetica di attivazione è molto variabile (lenta o veloce); quella di inattivazione può essere molto veloce oppure inesistente.
A livello della 4a α-elica c’è il segmento che funge da sensore del voltaggio; è costituito da diversi aminoacidi, tra cui l’arginina a contatto con aminoacidi idrofobici, che si muove in seguito alle variazioni del potenziale provocando l’apertura del canale.
Il segmento tra la 5a e la 6a α-elica (P-loop) si trova al centro del poro e determina la selettività degli ioni; a livello di quest’ansa, inoltre, c’è il sito di legame per le tossine.
Il cancello di inattivazione, invece, si trova tra la 3a e la 4a α-elica.

Classificazione dei canali del potassio I canali del potassio sono tutti tetrameri e, a seconda del numero di α-eliche che costituiscono ogni dominio del tetramero si distinguono in tre categorie:

  • Canali del potassio a 6 α-eliche transmembrana (6 STM), che comprendono:
    • Canali rettificanti ritardati (o delayed rectifier).
    • Canali a corrente transiente (KA).
    • Canali calcio-dipendenti.
  • Canali del potassio a 4 α-eliche transmembrana (4 STM), ancora non ben caratterizzati.
  • Canali del potassio a 2 α-eliche transmembrana (2 STM) Hanno un filtro di selettività intracellulare molto stretto: gli ioni K+ possono passare solo se deidratati. Al centro il canale si slarga in quanto c’è una cavità piena d’acqua che reidrata gli ioni in modo che possono fuoriuscire dalla cellula.Canale del potassio a 2 alfa-eliche transmembrana
Canali del potassio
Articolo creato il 4 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.
Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/canali-del-potassio/
Twitter
Precedente Sopracciglio Successivo Bronchi