Encefalo

L’encefalo è la parte del nevrasse (o sistema nervoso centrale) contenuta nella scatola cranica. Ha la forma di un grosso ovoide ad asse maggiore sagittale, con una volta, una base e due estremità arrotondate dette, rispettivamente, polo frontale, quella anteriore più piccola, e polo occipitale, quella posteriore più voluminosa. È convesso nella sua faccia superiore e grosso modo appiattito in quella inferiore. Il peso totale dell’encefalo è valutato intorno ai 1320 grammi nel maschio e 1167 grammi nella femmina; per la maggior parte è dato dalla massa telencefalica.
L’encefalo è costituito da una porzione assiale caudale, il tronco encefalico (o cerebrale), da centri soprassiali rostrali corrispondenti al cervello, costituito dal telencefalo e dal diencefalo, e dal cervelletto in dietro. Tale suddivisione macroscopica non tiene conto dell’origine embriogenetica di queste formazioni.

  • Il tronco encefalico fa seguito al midollo spinale e comprende, dal basso verso l’alto, il bulbo (o midollo allungato), il ponte e il mesencefalo.
  • Il cervelletto è situato dietro al midollo allungato ed al ponte. È congiunto al tronco cerebrale dalle tre paia di peduncoli cerebellari, di cui gli inferiori lo uniscono al bulbo, i medi al ponte e i superiori al mesencefalo.
  • Il telencefalo, che presenta lo sviluppo di gran lunga maggiore dell’encefalo, comprende i due emisferi cerebrali e le formazioni interemisferiche; esso ingloba pressoché totalmente il diencefalo.

L’encefalo è avvolto dalle meningi che sono in continuità con quelle che forniscono gli involucri del midollo spinale. All’interno dell’encefalo sono contenute cavità intercomunicanti entro cui scorre il liquido cefalo-rachidiano (o liquor); quella compresa tra bulbo e ponte anteriormente, e cervelletto posteriormente, è detta IV ventricolo e rappresenta la continuazione in alto del canale centrale midollare. A livello mesencefalico la cavità del IV ventricolo prosegue nell’acquedotto mesencefalico (di Silvio) che, a livello del diencefalo, si apre nel III ventricolo, cavità propria del diencefalo. All’interno degli emisferi sono infine accolte due cavità pari e simmetriche dette ventricoli laterali (I e II ventricolo), in comunicazione diretta con il III ventricolo.
L’encefalo contrae rapporti con formazioni ossee, membranose e vascolari della base, delle pareti e della volta della scatola cranica, dalle quali è separato per l’interposizione delle meningi e del liquido cefalorachidiano che circola nello spazio subaracnoidale.
L’encefalo è connesso non solo con il midollo spinale per mezzo dei sistemi di fibre nervose ascendenti e discendenti e di colonne neuronali, ma anche con molti territori periferici (testa, collo, torace e addome) mediante collegamenti operati dai cosiddetti nervi encefalici.

Encefalo

Encefalo in situ

Encefalo

Articolo creato il 29 marzo 2012.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/encefalo/
Twitter
Precedente Vene tibiali anteriori e posteriori Successivo Muscolo popliteo