Muscolo pterigoideo esterno

Il muscolo pterigoideo esterno origina con un capo superiore e un capo inferiore. Il primo si distacca dalla cresta infratemporale e dalla faccia sfeno-mascellare della grande ala dello sfenoide; il secondo nasce dalla faccia laterale della lamina laterale del processo pterigoideo, dal processo piramidale dell’osso palatino e dalla tuberosità mascellare. I due capi si fondono in un unico muscolo che si porta lateralmente e dorsalmente per inserirsi alla fossa pterigoidea del collo del condilo mandibolare e inoltre alla capsula e al disco dell’articolazione temporo-mandibolare. Lateralmente al muscolo si trovano il corpo adiposo della guancia, il processo coronoideo della mandibola e il tendine di inserzione del muscolo temporale; medialmente si trova il muscolo pterigoideo interno. L’arteria mascellare passa tra i due capi di origine o sulla faccia laterale dello pterigoideo esterno.
Tra questo muscolo e il muscolo pterigoideo interno si trova la fascia interpterigoidea che si fissa in alto al margine superiore della fessura petrotimpanica, alla spina angolare dello sfenoide e al margine interno del foro ovale, in basso alla faccia interna del ramo della mandibola.
Il muscolo pterigoideo esterno agisce spostando la mandibola in avanti e verso il lato opposto.

Muscolo pterigoideo esterno

Articolo creato il 20 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/muscolo-pterigoideo-esterno/
Twitter
Precedente Linfonodi (o linfoghiandole o gangli linfatici) Successivo Infezioni cutanee da virus