Sistema nervoso periferico
Anatomia,  Sistema nervoso,  SNP

Nervi intercostali

I rami anteriori delle 12 paia di nervi toracici sono detti nervi intercostali. Si tratta di nervi misti che forniscono l’innervazione cutanea della parete toracoaddominale e della muscolatura del torace. I nervi intercostali mantengono in genere un’organizzazione segmentale e si distribuiscono in modo indipendente rispetto ai nervi vicini, decorrendo ciascuno nel corrispondente spazio intercostale. Il 12° nervo scorre sotto il margine inferiore della 12a costa ed è perciò detto nervo sottocostale. Ciascun nervo intercostale occupa, all’origine, la parte di mezzo del corrispondente spazio intercostale. Di qui si dirige lateralmente, con una leggera inclinazione craniale, avvicinandosi gradualmente al margine inferiore della costa soprastante che raggiunge a livello dell’angolo costale. In questo tratto iniziale, il nervo passa tra il muscolo esterno e il legamento intercostale interno che lo separa dalla fascia endotoracica e dalla pleura parietale. Oltre l’angolo della costa, il nervo decorre insieme ai vasi intercostali nella doccia costale, trovandosi fra il muscolo intercostale interno e il muscolo intercostale esterno. Infine, nel suo tratto più anteriore, il nervo si allontana nuovamente dalla costa e si dispone nella parte intermedia dello spazio intercostale, decorrendo tra il muscolo intercostale medio e il legamento intercostale esterno.

I primi 6 nervi intercostali percorrono tutta l’estensione del corrispondente spazio intercostale: giunti in vicinanza dello sterno, perforano la parete toracica e, con il nome di rami cutanei anteriori, si distribuiscono alla cute della regione anterolaterale del torace. Il 2°, 3° e 4° ramo cutaneo anteriore vanno alla parte mediale della mammella con il nome di rami mammari mediali.

I 6 ultimi nervi intercostali proseguono oltre il corrispondente spazio intercostale. Incrociano la cartilagine costale sottostante e si immettono nello spessore della parete addominale, facendosi strada fra il muscolo obliquo interno e il muscolo trasverso dell’addome, per raggiungere il retto dell’addome. Contrariamente ai primi 6 nervi intercostali che hanno decorso approssimativamente orizzontale, gli ultimi 6 volgono in basso, con obliquità crescente dal 6° al 12° nervo. Anch’essi terminano come rami cutanei anteriori alla parete anteriore dell’addome. I nervi intercostali emettono rami anastomotici e rami collaterali.

  • I rami anastomotoci sono dati principalmente dai rami comunicanti. Ogni nervo intercostale dà in genere un ramo comunicante bianco e un ramo comunicante grigio che uniscono il nervo a un ganglio o al tronco della catena paravertebrale dell’ortosimpatico. È frequente tuttavia che i rami comunicanti prendano origine direttamente dal tronco del corrispondente nervo spinale. Un’altra importante anastomosi è fornita dalle fibre del 1° nervo toracico che, per la maggior parte, entrano a far parte del plesso brachiale. Un numero esiguo di fibre di questo nervo, tuttavia, continua in direzione del 1° spazio intercostale formando il primo nervo intercostale. Sono frequenti le anastomosi fra 1° e 2° nervo intercostale e fra il 12° nervo intercostale e il ramo anteriore del 1° nervo lombare.
  • I rami collaterali sono rappresentati da rami muscolari e dal nervo cutaneo laterale. A questi si aggiungono sottili rami sensitivi destinati alle pleure parietali, alle coste, allo sterno e alle articolazioni costovertebrali.
    • I rami muscolari si staccano dal nervo intercostale lungo tutto il suo decorso. Dal tratto posteriore del nervo originano rami per i muscoli sottocostali, dentati posteriori e per gli intercostali interno, medio ed esterno. Dalla parte anteriore prendono origine rami per il muscolo trasverso del torace e, a partire dal 6° nervo intercostale, rami per i muscoli della parete addominale, ossia il muscolo retto dell’addome, il muscolo piramidale e i muscoli obliquo esterno, obliquo interno e trasverso dell’addome.
    • Il ramo cutaneo laterale si stacca ad angolo acuto dal nervo intercostale, anteriormente alla linea ascellare anteriore. Diviene presto sottocutaneo, facendosi strada tra i fasci del muscolo intercostale esterno e tra le digitazioni del muscolo dentato, oppure, se si tratta degli ultimi 5 nervi intercostali fra quelle del muscolo obliquo esterno e del muscolo obliquo interno. Giunto in superficie, il nervo si divide in 2 rami secondari, posteriore e anteriore che si distribuiscono alla cute della parete laterale del torace e dell’addome. Il ramo anteriore del secondo ramo cutaneo laterale prende il nome di nervo intercostobrachiale in quanto abbandona la parete toracica e attraversa l’ascella, fino a raggiungere la faccia interna del braccio. I rami anteriori del 4°, 5° e 6° ramo cutaneo laterale si recano alle parti laterali della mammella con i nomi di rami mammari laterali. Infine, il 12° ramo cutaneo laterale si dirige verticalmente in basso e, superata la cresta iliaca si distribuisce alla cute della natica.

Articolo utile? Condividilo!
Commenti disabilitati su Nervi intercostali