Anatomia
Anatomia,  Apparato genitale femminile

Piccole labbra (o ninfe)

Le piccole labbra (o ninfe) sono due pieghe cutanee appiattite, comprese tra le grandi labbra. Delimitano tra loro il vestibolo della vagina. In ciascuna di esse si possono considerare due facce, laterale e mediale, un margine inferiore, una base e due estre­mità, anteriore e posteriore.

  • La faccia laterale, piana e glabra, guarda la faccia mediale del grande labbro, separata da questo dal solco interlabiale.
  • La faccia mediale, cosparsa di minuscoli tubercoli, forma la parete laterale del vestibolo della vagina.
  • La base continua con le grandi labbra e le parti molli circostanti.
  • Il margine inferiore (o li­bero) è sottile e limita, con quello del lato oppo­sto, l’apertura vulvare interna.
  • L’estremità an­teriore, a lato del clitoride, si divarica forman­do due lamine, superiore e inferiore. La supe­riore, con quella dell’altro lato, forma al clitori­de un cappuccio semicilindrico, il prepuzio del clitoride. L’inferiore passa al di sotto del clitoride e, dopo essersi unita con quella del lato oppo­sto, si porta alla faccia posteriore del glande del clitoride, formando il frenulo del clitoride.
  • L’estremità posteriore spesso si perde nella faccia mediale del grande labbro corrisponden­te, oppure, unendosi con quella dell’altro lato, forma una piccola piega trasversale, detta fre­nulo delle piccole labbra. Fra questo e l’imene rimane compresa la fossa navicolare del vesti­bolo.

Piccole labbra o ninfe

Articolo creato il 10 marzo 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/piccole-labbra-o-ninfe/