Vascolarizzazione del gomito

La vascolarizzazione del gomito è garantita da una rete articolare formata dalle anastomosi fra i rami dell’arteria brachiale e i rami ricorrenti delle arterie radiale e ulnare.
È situata sulla faccia dorsale dell’articolazio­ne del gomito, addossata all’estremità inferiore dell’omero, alla superficie posteriore dell’olecrano e al tendine del muscolo tricipite.
Concorrono a formarla: le arterie collate­rali ulnari superiore e inferiore, le arterie colla­terale media e collaterale radiale che provengo­no dall’alto; le arterie ricorrente ulnare anterio­re e posteriore, ricorrente interossea e ricorrente radiale, che le giungono dal basso. La rete arti­colare del gomito fornisce rami alle ossa, all’ar­ticolazione e alla cute; garantisce inoltre, attra­verso i circoli collaterali, il costante afflusso del sangue all’avambraccio e alla mano nelle varie condizioni di impegno funzionale della regione del gomito, formando al contempo, le basi ana­tomiche per l’instaurarsi dei circoli di supplenza vascolare in caso di eventi patologici ostruttivi.

Vascolarizzazione del gomito

Articolo creato il 9 agosto 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/vascolarizzazione-del-gomito/
Twitter
Precedente Farmaco-idiosincrasia Successivo Mesocolon ileopelvico