Vena grande safena

La vena grande safena inizia davanti al malleolo mediale come continuazione della vena marginale mediale e si porta poi sulla faccia mediale della gamba, do­ve risale verticalmente; all’altezza del ginocchio descrive una curva a concavità anteriore, abbracciando i condili mediali della tibia e del fe­more, e si porta nella faccia antero-mediale della coscia dove decorre lungo il margine mediale del muscolo sartorio fino a raggiungere il trian­golo femorale. In corrispondenza della fossa ovale si inflette profondamente, penetra attra­verso la fascia cribrosa e sbocca nella vena fe­morale a circa 35 mm dal legamento inguinale. In tutto il suo decorso, escluso il breve tratto terminale, è sottocutanea e soprafasciale. La sua parete è spessa e dotata di un ricco corredo muscolare con chiare caratteristiche di vena di tipo propulsivo. Possiede da 10 a 20 valvole, di cui una, quasi costante, presso l’orifizio di sbocco.
Si anastomizza con la vena piccola safena per mezzo di numerosi rami dei quali il più voluminoso, il ramo anastomotico superiore, risale dalla fossa poplitea nella fac­cia mediale della coscia dove raggiunge a vario livello la vena grande safena; contrae anastomosi con il sistema delle vene profonde (vene tibiali e vena femorale) per mezzo dei rami perforanti. Raccoglie il sangue della rete dorsale cutanea del piede e della parte mediale della rete plantare cutanea; lungo il suo decorso riceve le vene sot­tocutanee della faccia antero-mediale della gamba e tutte le vene superficiali della coscia.
Le vene della regione posteriore della coscia possono raccogliersi in un tronco comune, assai voluminoso, la ve­na safena accessoria, che è affluente della vena grande safena. Nel tratto prossimale, la vena gran­de safena può ricevere anche vene provenienti dai tegu­menti della regione genitale e della parete addominale, non costantemente perché spesso queste sono tributarie della vena femorale: sono le vene pudende esterne, la vena dorsale sottocutanea del pene o del clitoride e la vena epigastrica superficiale.

Vena grande safena

Articolo creato l’8 settembre 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/vena-grande-safena/
Twitter
Precedente Trasportatore sodio-potassio-cloro Successivo Cellula procariotica