Classificazione dei recettori di membrana (o di superficie)

In base alla loro struttura, ai meccanismi di attivazione e di trasduzione del segnale, i recettori di membrana possono essere classificati in:

  • Canali ionici; in base al meccanismo di apertura si distinguono in:
    • Voltaggio-dipendenti.
    • Ligando-dipendenti (o recettori-canale).
    • Dipendenti da deformazione meccanica; sono canali attivati da stimoli meccanici di distensione o stiramento (ad esempio il canale del Na+ del corpuscolo del Pacini o i canali del K+ delle cellule cigliate).
  • Recettori accoppiati a proteine G; di questi fanno parte:
    • Recettore colinergico muscarinico.
    • Recettori adrenergici.
    • Recettori dopaminergici (o della dopamina).
    • Recettori serotoninergici (o della serotonina).
    • Recettore B del GABA.
    • Recettori metabotropici del glutammato.
    • Recettori purinergici P1 dell’adenosina.
    • Recettori istaminergici (o dell’istamina).
    • Recettori che attivano le proteine fosforilanti il DNA (MAPK).
    • Recettori delle chinine.
  • Recettori enzimatici ad attività tirosin-chinasica intrinseca (TRK); di questi fanno parte:
    • Recettore dell’insulina.
    • Recettori dei fattori di crescita.
    • Recettori delle citochine.
  • Recettori enzimatici ad attività guanilato-ciclasica.
  • Recettori per l’adesione cellulare.
  • Recettore del TNF-α (fattore di necrosi tumorale-alfa).
  • Recettori TOLL-like.
  • Recettori delle lipoproteine.
  • Decoy receptors (o recettori tronchi).

Articolo creato il 4 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/classificazione-dei-recettori-di-membrana-o-di-superficie/
Twitter
Precedente Arteria linguale Successivo Vena intercostale suprema sinistra