Sistema nervoso periferico
Anatomia,  Sistema nervoso,  SNP

Sistema efferente (o visceroeffettore) del parasimpatico

Mentre nel sistema nervoso periferico somatico l’impulso effettore è trasmesso alla periferia da un solo neurone (motoneurone somatico) che dal nevrasse si porta senza interruzione fino all’organo innervato, nel sistema ortosimpatico (come nell’ortosimpatico) la trasmissione degli impulsi effettori si svolge tramite una catena di due neuroni: un neurone primario (o pregangliare o presinaptico) origina nei centri nervosi nevrassiali del tronco encefalico e nei segmenti caudali del midollo spinale e termina in sinapsi con un neurone secondario (o postgangliare o postsinaptico), situato in un ganglio. Il neurone secondario, a sua volta, manda le sue fibre alle sedi periferiche di innervazione viscerale.

In genere il rapporto tra neuroni pregangliari e postgangliari è di 1:30, sicché un solo neurone nevrassiale scarica l’impulso su numerosi neuroni gangliari e controlla perciò aree di innervazione periferica molto estese.

Le fibre pregangliari sono mieliniche. Contrariamente alle fibre ortosimpatiche, che possono aggregarsi ai nervi spinali ma possono anche costituirsi in nervi unicamente ortosimpatici, le fibre parasimpatiche decorrono sempre frammiste ai nervi somatici. Dopo un decorso più o meno lungo, esse terminano in sinapsi con un ganglio parasimpatico annesso alla parte terminale di uno di tali nervi.

Le fibre pregangliari originate dalla colonna visceroeffettrice sacrale escono dal midollo spinale decorrendo con le radici anteriori e quindi con i nervi spinali dai quali passano nel plesso pelvico, per terminare in gangli distribuiti nel plesso stesso o in gangli del metasimpatico che si trovano nel contesto degli organi. Anche in questo caso le fibre pregangliari parasimpatiche terminano in gangli situati in stretta vicinanza dell’organo innervato.

Le fibre postgangliari sono amieliniche; raggiungono l’organo da innervare sempre seguendo il percorso dei nervi encefalici ad eccezione del nervo vago, caratterizzato da un’estesissima distribuzione periferica. Le fibre pregangliari di questo nervo terminano ai gangli situati in vicinanza o nello spessore degli organi innervati, contraendo sinapsi con ganglietti o singole cellule gangliari del metasimpatico distribuite nel contesto degli organi stessi.

Articolo utile? Condividilo!
Commenti disabilitati su Sistema efferente (o visceroeffettore) del parasimpatico