Vasi e nervi del palato duro (o osseo)

Le arterie per il palato duro sono rami della palatina maggiore (ramo della palatina discen­dente della mascellare interna) e della sfenopalatina.

Le vene, alquanto scarse, confluiscono in quelle del palato molle oppure, impegnandosi nei condotti palatini, vanno al plesso pterigoideo, tributario della vena faciale posteriore.

I linfatici terminano in linfonodi cervicali profondi, posti dietro al ventre posteriore del muscolo digastrico.

I nervi di senso sono dati dal ramo nasopalatino che fornisce la parte anteriore del palato duro e dai nervi palatini anteriori (maggiore e minore); sono tutti rami del nervo mascellare (seconda branca del trigemino).
L’innervazione ortosimpatica e parasimpatica per le ghiandole palatine e per i vasi sanguigni è simile a quella delle labbra. Le rare gemme gustative presenti nell’epitelio sono innervate dall’intermedio (del 7° paio).

Palato osseo

Articolo creato il 14 agosto 2011.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/vasi-e-nervi-del-palato-duro-o-osseo/
Twitter
Precedente Muscolo abduttore dell'alluce Successivo Epididimo