Midollo osseo (o tessuto mieloide)

Contenuto nelle cavità midollari delle ossa, il midollo osseo (o tessuto mieloide) è il principale organo emopoietico (emo = sangue; poièo = fabbrico) nella seconda metà dello sviluppo fetale e durante la vita postnatale; inoltre ha:

  • Funzioni osteogeniche, in quanto contiene osteoblasti ed osteoclasti nonché fornisce i vasi sanguigni all’osso in formazione.
  • Funzione emocateretica (o emoclasica), in quanto svolge un ruolo importante nella distruzione delle cellule ematiche invecchiate o danneggiate ad opera dei macrofagi del sistema reticolo-istiocitario.
  • Funzioni  immunologiche, in quanto, indirettamente, partecipa alle reazioni immunitarie dato che fornisce al timo le cellule staminali che in questo organo si differenziano in linfociti T. Inoltre, produce monociti e macrofagi nonché linfociti B. Il midollo osseo, pertanto, è un organo linfoide primario (o centrale) e nell’adulo è il solo organo in grado di produrre l’intera gamma di elementi figurati presenti in circolo: eritrociti, leucociti (linfociti, granulociti, monociti) e piastrine.
  • Infine, partecipa alle funzioni generali del tessuto connettivo.

Il midollo osseo origina nel secondo mese di vita intrauterina nella clavicola, il primo osso che si ossifica, e si estende successivamente agli altri segmenti scheletrici. Occupa tutte le cavità interne delle ossa e cioè la diafisi delle ossa lunghe e le cellette della sostanza spugnosa nelle epifisi delle ossa lunghe, piatte e brevi.
Nel feto, il midollo della maggior parte delle ossa ha funzioni emopoietiche ed è detto midollo rosso per il colore rosso derivante dal gran numero di cellule della serie eritrocitaria in esso presente.
Durante il periodo di accrescimento la maggior parte del midollo, nella diafisi delle ossa lunghe e in alcuni territori spugnosi epifisari e di ossa brevi e piatte, perde le proprietà ematopoietiche diventando midollo giallo prima, nel quale il tipo cellulare preponderante è rappresentato da cellule adipose, e midollo gelatinoso poi.
Nell’adulto il midollo osseo funzionante è limitato alla diploe delle ossa della volta cranica, alle coste, allo sterno, ai corpi vertebrali e all’osso spugnoso di alcune ossa corte e delle estremità prossimali del femore e dell’omero.

Midollo osseo

Articolo creato il 5 marzo 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/midollo-osseo-o-tessuto-mieloide/
Twitter
Precedente Proteine G monomeriche Successivo Apparato iuxtaglomerulare