Polarità

Per polarità s’intende una differenziazione della morfologia e della funzione dell’estremità apicale (rivolta verso la superficie) di una cellula epiteliale rispetto all’estremità basale (orientata verso il sottostante connettivo). Di conseguenza, anche gli organelli cellulari sono disposti in maniera particolare all’interno della cellula al fine di consentire la specializzazione delle due estremità.
La polarità è soprattutto evidente nell’epitelio cilindrico semplice a funzione assorbente e di trasporto dell’intestino e del tubulo renale e nelle ghiandole esocrine.
Nell’epitelio cilindrico semplice dell’intestino il margine libero è provvisto di microvilli, il complesso di Golgi è situato in prossimità del polo apicale e i mitocondri tendono ad essere orientati parallelamente all’asse cellulare.
Nel tubulo renale prossimale la superficie libera delle cellule è ricoperta da microvilli mentre quella basale presenta invaginazioni o pieghe della membrana plasmatica tra le quali sono allineati i mitocondri.
Nelle ghiandole esocrine gli organuli impegnati nel processo di secrezione (complesso di Golgi, sistema reticolare, vacuoli di secrezione) sono disposti regolarmente secondo l’asse funzionale delle cellule.

Articolo creato il 27 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/polarita/
Twitter
Precedente Articolazione atlo-assiale mediana Successivo Long term potentiation