Struttura dello scroto

La parete dello scroto è formata da vari strati sovrapposti che dall’esterno all’interno sono: la cute, il sottocutaneo con la tonaca dartos e lo strato sottodartoico, la fascia cremasterica (o tonaca spermatica esterna), il muscolo crema­stere (o tonaca eritroide) e la tonaca vaginale comune (o tonaca spermatica interna).
La cute è sottile ed elastica e, nell’adulto, ap­pare molto pigmentata e ricoperta di peli lunghi e radi. Presenta numerose pliche trasversali che, partendo dal rafe, si dirigono lateralmente; que­ste aumentano quando lo scroto è contratto, mentre scompaiono quasi completamente nella distensione.                                                                                                  Struttura dello scroto

  • L’epidermide è sottile e mostra uno scarso sviluppo degli strati granuloso e lucido; numerosi granuli di melanina sono contenuti nelle cellule degli strati basale e spinoso.
  • Il der­ma, ricco di fibre elastiche, presenta alla super­ficie numerose papille e contiene, oltre ai folli­coli piliferi, ghiandole sebacee e sudoripare. Nello strato profondo del derma, al limite con il sottocutaneo, esistono alcune fibrocellule mu­scolari, isolate o riunite in delicati fascetti, che continuano con la sottostante tonaca dartos. Le fibrocellule muscolari isolate presentano un particolare sviluppo del reticolo endoplasmatico granulare e uno scarso numero di miofilamenti e non si mettono in rapporto con terminazioni nervose; sono state indicate con il termine di miofibroblasti e, verosimilmente, intervengono nella sintesi dell’elastina.

Il sottocutaneo è diviso in due strati dalla fa­scia superficiale. Lo strato superficiale, deno­minato tonaca dartos, è spesso circa 2 mm ed è costituito da esili fasci di tipiche fibrocellule muscolari lisce, orientati longitudinalmente, frammisti a fascetti di fibre collagene ed elasti­che. Queste ultime, in particolare, sono molto abbondanti e formano tendinetti che collegano l’apice delle fibrocellule muscolari al derma so­prastante. La tonaca dartos continua in avanti con l’analoga tonaca del pene e posteriormente con quella del perineo e determina, per la con­trazione dei suoi elementi muscolari, una accen­tuazione delle pliche cutanee.
Lo strato profon­do del sottocutaneo, denominato strato sottodartoico, è co­stituito da connettivo fibrillare molto lasso e rappresenta il piano di scorrimento della cute sugli strati sottostanti.

Gli altri strati della parete scrotale (fascia cremasterica, muscolo cremastere e tonaca vagina­le comune) non rappresentano altro che la con­tinuazione delle analoghe formazioni che rive­stono esternamente il funicolo spermatico.

Il setto scrotale, che divide lo scroto sagittal­mente in due cavità distinte e separate, è com­posto da tutti gli strati della parete scrotale ec­cettuata la cute.

Articolo creato il 15 marzo 2012.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/struttura-dello-scroto/
Twitter
Precedente Vene di piccolo calibro Successivo Carbacolo