Articolo sponsorizzato

Crema notte: perché la pelle non dorme mai

La notte porta consiglio: è il momento migliore per il riposo ma anche per prendersi cura della pelle con i trattamenti che richiede. La quiete e il buio sono il momento ideale per permettere alla pelle di rigenerarsi dopo una lunga giornata all’esterno tra smog e stress personali e atmosferici. È il momento in cui il corpo si riposa e si rigenera, dentro e fuori: è il momento del ricambio e del rinnovo cellulare, fondamentale per la salute della pelle; è il momento migliore per applicare sostanze che penetrano meglio in profondità grazie al buio e alla calma, come alcuni principi attivi (vitamine, antiossidanti) e per usare prodotti che aiutino dall’esterno i meccanismi che avvengono all’interno.

A cosa serve la crema da notte?

Una buonanotte inizia con una buona crema notte: la sua applicazione agirà negli strati più superficiali della cute e aiuterà i vari processi che avvengono durante il momento del sonno. Si è già nominato il primo e fondamentale: la rigenerazione cellulare, ovvero il cambio che cellule nuove e attive danno a quelle morte, esfoliate durante la skincare routine: una texture ricca e un assorbimento notturno restituirà al mattino una pelle giovane e riposata.

Una crema notte con proprietà idratanti avrà anche un valore di rilevo per contrastare le rughe e i segni dell’invecchiamento: oltre a creare un territorio ostile con le sue proprietà idratanti, è il momento migliore per ingredienti che rassodano la pelle e ne ripristinano il volume.

Che differenza c’è tra crema giorno e crema notte?

La crema giorno è il prodotto adatto per iniziare bene la giornata, e donare alla pelle la giusta protezione e dose di energia: una crema di giorno ha delle importanti proprietà idratanti e nutrienti e spesso è composta da ingredienti stimolanti che proteggono ma fanno da barriera contro gli agenti esterni.

I benefici di una crema giorno aumentano grazie al lavoro combinato con il corretto uso di una crema notturna: una pelle rilassata e rinnovata durante la notte grazie alla attivazione delle cellule sarà ancora più pronta a cominciare bene la giornata senza farsi contaminare e rovinare troppo; la barriera esterna, che protegge dalle aggressioni, sarà ancora più rinforzata. Per questo una crema notte diventa un prodotto essenziale, ancor di più la collaborazione con la crema giorno: entrambe vanno applicate alla fine di una skincare ricca e quotidiana.

Quando si mette la crema notte?

La crema notte, come la crema giorno, va applicata sulla pelle detersa; l’ideale è applicarla al termine di una skincare routine completa, dopo aver deterso la pelle in profondità (un tonico, per esempio), e averla liberata da tutte le impurità che l’hanno contaminata durante il giorno, e dopo l’applicazione di altre sostanze come ad esempio un siero notte, che preparino il viso e rendono più efficace il lavoro della crema.

Per un’applicazione corretta ed efficace si consiglia di stendere il prodotto e massaggiarlo con piccoli movimenti circolari: questo consentirà alla crema di penetrare meglio, oltre a iniziare a stimolare il meccanismo di rinnovo delle cellule.