Epitelio ghiandolare

Le ghiandole sono organi specializzati ad elaborare ed a riversare all’esterno sostanze quali enzimi o altre proteine, mucopolisaccaridi, lipidi, ormoni. La funzione di produrre sostanze che devono essere escrete prende il nome di secrezione. Nella ghiandola l’attività secernente è svolta dall’epitelio ghiandolare (o parenchima) mentre il tessuto connettivo interstiziale (o stroma) ha una funzione meccanica di sostegno ed in esso decorrono i vasi sanguigni ed i nervi che nutrono ed innervano le cellule connettivali ed epiteliali.
La funzione secernente non è una proprietà esclusiva delle cellule ghiandolari epiteliali. Le cellule connettivali secernono proteoglicani e proteine che costituiscono la matrice che circonda questi elementi. Le cellule interstiziali del testicolo e dell’ovaio e le cellule della teca interna del follicolo ovarico, che sono di natura connettivale, secernono ormoni steroidi sessuali. Anche certi neuroni elaborano prodotti di neurosecrezione di natura peptidica.
Le ghiandole possono essere classificate secondo diversi criteri. Sulla base del destino del secreto, si distinguono due categorie principali: ghiandole esocrine (o a secrezione esterna) e ghiandole endocrine (o a secrezione interna).

Articolo creato il 28 febbraio 2010.
Ultimo aggiornamento: vedi sotto il titolo.

Articolo utile? Condividilo!
RSS
Seguimi con e-mail
Facebook
Google+
https://www.medicinapertutti.it/argomento/epitelio-ghiandolare/
Twitter
Precedente Arteria frenica inferiore Successivo Cevimelina